DONNE CHE CORRONO COI LUPI

La donna SANA assomiglia molto al lupo: robusta, piena di vita, di grande forza vitale, capace di dare la vita, pronta a difendere il territorio, inventiva, leale, errante.

Come influisce sulle donne la donna selvaggia?

Con lei come alleata, guida, modello, maestra noi vediamo con gli occhi dell’intuito e quando facciamo valere l’intuito, siamo come una notte stellata: fissiamo il mondo con migliaia di occhi.
La natura selvaggia porta tutto ciò di cui una donna ha bisogno per essere e sapere.
Porta il medicamento per tutto.

Porta STORIE e SOGNI e PAROLE e CANZONI e SEGNI e SIMBOLI.
Riunirsi alla natura selvaggia significa fissare il territorio, trovare il proprio branco, stare con sicurezza e orgoglio nel proprio corpo, parlare e agire per proprio conto, in prima persona, rifarsi ai poteri femminili innati dell’intuito e della percezione, riprendere i propri cicli.
La donna selvaggia è intuito, veggenza, colei che sa ascoltare.

Lei è IDEE, SENTIMENTI, IMPULSI, MEMORIA.

E’ colei da cui andiamo a casa. E’ quello che ci fa andare avanti quando pensiamo di essere finite. Lascia impronte ovunque ci sia una donna che è terreno fertile. Vive in un mondo lontano che a forza si apre un varco verso il nostro mondo.

Tratto da “Donne che corrono coi lupi” Di Clarissa Pinkola Estés

"La capacità creativa è il bene più prezioso della donna perché dona all'esterno e la nutre all'interno, ad ogni livello psichico e mentale, emotivo ed economico"

(Clarissa Pinkola Estés)

Nessun commento ancora

Lascia un commento