LABORATORI CREATIVI 20 21

Allora?

Mi sento dire alle spalle, mentre sono ad innaffiare le erbe aromatiche sul portico di casa.

Allora…cosa? Vorrei dire, ma…, mi mordo la lingua e mi giro per guardare chi ha parlato.

E chi mi trovo davanti?

Girina Spazzolina che, arrivata a piedi passando per i verdi prati intorno alla mia casa, non l’ho sentita arrivare e mi ha preso di sorpresa.

-Ciao!- mi sforzo di essere cordiale, anche se non ne ho voglia.

-Come mai fin quassù? Cosa ti porta, di bello, per venirmi a trovare?-.

Le chiedo, facendo finta di non averlo immaginato.

E le domande appena fatte hanno già le risposte; infatti, è sufficiente osservare gli occhi di Girina Spazzolina che hanno già compiuto il giro a 360° del mio giardino.

Verificando così, se fosse vero, quello che le avevo detto la scorsa volta e che ricordavo benissimo:

- cara Girina Spazzolina

Le amiche carissime stanno arrivando.

 Il materiale per i laboratori creativi è pronto.

 Le erbe aromatiche stanno crescendo nei miei vasi.

Le scatole di cartone sono tutte impilate

e le forbici adatte alle bambine e ai bambini le ho comprate nuove.

Tavoli bassi, tovaglie e cuscini ci sono.

Appena arrivano le amiche ti chiamo!-

-Allora?- chiedo questa volta io con voce forte, dopo che Girina Spazzolina ha verificato tutto quello che le avevo detto, non curandosi affatto di nascondere il motivo della sua visita.

Nessuna risposta.

Così continuo a parlare io.

-cara Girina Spazzolina, puoi ben vedere con i tuoi occhi, dal momento che sei arrivata fin quassù, che le mie “A M I C H E” sono arrivate e sono qui beate, al pascolo, a godersi l’aria di montagna, il sole e l’azzurro del cielo-.

Ancora silenzio, mentre si guarda intorno esterrefatta.

E, allora, insisto.

- Ovviamente, le mie “A M I C H E” sono libere e tranquille sui verdi prati, mentre la mia valigetta dei sogni e dei colori è lì pronta all’uso per i laboratori creativi. La vedi?-

Silenzio ostinato.

-Guarda che le bambine e i bambini stanno arrivando- esclamo, cercando di provocare una reazione, una parola, un segnale, un rimbrotto…qualcosa!

Niente.

Così continuo imperterrita.

-Sono piccoli gruppi di bambine e bambini che hanno voglia di stare all’aria aperta e confezionare, con le loro mani, cassettine con le erbe aromatiche da riportarsi a casa. Vuoi unirti a noi?-

Ed è così che la vedo guardarsi intorno, ancora una volta, grugnire, voltarsi di scatto e andarsene via di corsa.

Missione compiuta.

Nessun commento ancora

Lascia un commento