Le DONNE fanno guadagnare di più!

Eh sì, le aziende con più DONNE nei Consigli di amministrazione e con DONNE ai vertici, o CEO (chief executive officer), fanno meglio!

Arriva, infatti, dall’Australia la prima ricerca al MONDO che conferma che sì, le aziende che hanno una donna CEO o più donne nel CDA o tra i dirigenti sono premiate in... "SOLDONI"! Infatti, i risultati di una nuova ricerca pubblicata il 19 giugno 2020, mostrano che un maggior numero di donne nei consigli di amministrazione e in posizioni di leadership senior promuove:

migliori prestazioni aziendali

maggiore produttività

maggiore redditività.

La ricerca, in oggetto, ha esaminato le performances delle prime

200 aziende quotate in borsa negli ultimi 6 anni

che devono ogni anno produrre un report di genere all’Agenzia Federale per le Pari Opportunità, -WGEA-  Workplace Gender Equality Agency (6×200 fa 1.200 rapporti esaminati!) e hanno dimostrato, calcolatrice alla mano, che:

  • se l’azienda ha una CEO donna il suo valore azionario cresce in media del 5% (53,3 milioni US$).
  • se l’azienda aumenta il numero delle donne nel proprio CDA del 10% o più il suo valore azionario cresce in media del 4,9% (52,6 milioni US$).
  • se l’azienda aumenta il numero delle donne nelle posizioni di potere del 10% o più, il suo valore azionario cresce in media del 6,6% (70,2 milioni US$).

Lo studio, condotto dai ricercatori Rebecca Cassells e Alan Duncan del Bankwest Curtin Economics Center presso la Curtin Business School, ha dimostrato inoltre che :

  • se l’azienda riduce il numero di donne nel proprio CDA del 10% o più riduce del 2,7% il suo valore di mercato perdendo 29,1 milioni US$ in media.
  • se l’azienda riduce il numero di donne nella propria classe dirigente sempre del 10% o più perde il 2,79% del proprio valore di mercato che equivale a 30,8 milioni US$ in media.

L'autrice del rapporto, la professoressa associata BCEC, Rebecca Cassells, ha affermato, inoltre, che la leadership non è mai stata così importante, soprattutto nel momento attuale, nel quale il mondo sta affrontando le ricadute e la ripresa economica dalla pandemia di COVID-19.

Un’equa presenza di donne e uomini è la chiave per il successo, sia nelle aziende che nelle politiche pubbliche: per fare buoni affari occorre iniziare dalla PARITA’ DI GENERE nei ruoli direttivi.

Rebecca Cassells ha affermato che le donne tendono ad avere stili di leadership diversi dagli uomini: tendono ad essere più democratiche, più collaborative e ad avere un maggiore senso di responsabilità sociale delle imprese. Hanno anche meno probabilità di partecipare a comportamenti fraudolenti.

Fonti: https://www.wgea.gov.au/newsroom/media-releases/more-women-at-the-top-proves-better-for-business

https://www.abc.net.au/news/2020-06-19/women-in-leadership-boost-success/12370516

Nessun commento ancora

Lascia un commento