VERDE e GIOCO per bambine e bambini

L’ estate 2020 sara' un'estate diversa, che risentirà inevitabilmente delle conseguenze legate all'emergenza coronavirus, quella che vivranno bambine, bambini e ragazzi. Un'estate nella quale spetterà ai genitori infondere consapevolezza e non paura eccessiva, offrire momenti di svago all'insegna del buon senso, senza trascurare l'importanza di prevenire i contagi e la necessità che i più piccoli hanno di relazionarsi per quanto possibile con i coetanei.

Sì, quindi, a ricordare le misure di sicurezza ed applicarle tutti i giorni: non trascurare l'igiene delle mani, mantenere la distanza sociale il più possibile e far leva sul senso di sicurezza che infonde indossare la mascherina, spiegando ai ragazzi che protegge gli altri più che noi stessi. E i pediatri avvertono: ci sono troppe fake sulle mascherine, luoghi senza prove che riguardano gli effetti che queste avrebbero sulla salute dei più piccoli.

Ma bisogna anche gestire con equilibrio le richieste di GIOCO con gli altri."Sarà un'estate in cui dovremo avere precauzioni-spiega un esperto-cercare di ridurre la possibilità di contagi e trasmissione del virus. La situazione che stiamo vivendo ci accompagnerà per diversi mesi, anche al rientro a scuola e in inverno oltre che in questa stagione. Per questo bisogna parlare alle bambine e ai bambini, infondere consapevolezza e messaggi chiari, ma che non siano di terrore". "Questa estate si potrà andare al mare-prosegue- nei periodi estivi le forme virali come quella del Covid 19 sono forme che hanno modalità di trasmissione meno pericolose rispetto ai periodi autunnali o invernali, quando si sta in ambienti chiusi e c'è più umidità.

Stare all'aperto, con un clima caldo, secco, rende anche più difficile la trasmissione di goccioline di saliva. Ci vuole equilibrio e buon senso:concentrare l'attenzione sul rischio infettivo, ma anche sul bisogno di RELAZIONI con gli altri.

Promossi dall'esperto anche la montagna, con i suoi spazi aperti molto indicati, purché sia qualcosa che piace a tutta la famiglia, e i centri estivi se si rimane in città.

Il VERDE in montagna può aiutare a riequilibrare le funzioni dell’organismo, accrescendo il benessere generale ed è ottimo contro l’ansia e lo stress. Infatti  la sua frequenza è quella naturale dell’organismo in stato di quiete. In cromoterapia è usato anche per curare cefalea, dolori cardiaci, acidità di stomaco e insonnia.

Dal punto di vista psicologico è un sedativo del sistema nervoso, perciò genera calma, ma non sonnolenza, anzi rafforza la volontà di agire e la perseveranza.

Nessun commento ancora

Lascia un commento