Pensare Differentemente

Un ciclo d’incontri presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento che rappresentano un’occasione per discutere di letteratura focalizzando l’attenzione sulle differenze di genere e sull’espressione degli affetti con lo scopo di ricercare strumenti culturali per una sempre maggiore condivisione della cittadinanza e l’espressione estetica dei diritti umani. Saranno ospiti del ciclo di incontri Letteratura generi affetti: per una cittadinanza condivisa, la letterata americanista Liana Borghi, Università di Firenze, e la filosofa Olivia Guaraldo, Università di Verona. Borghi e Guaraldo animeranno la conversazione Pensare differentemente dedicata alle teorie femministe elaborate da Eve K. Sedgwick, Judith Butler, Carla Lonzi e Adriana Cavarero. Ci aiuteranno a capire come alcune teorie femministe del soggetto individuale e collettivo possono aiutare a comprendere in un’ottica di genere le problematiche storiche e contemporanee della violenza e offrire strumenti per un possibile superamento, in sintonia con la ricerca di paradigmi nonviolenti che caratterizza questo ciclo di seminari.

L’appuntamento rientra nel ciclo d’incontri aperti al pubblico

Letteratura generi affetti: per una cittadinanza condivisa

 promossi per il Percorso Formativo del Piano Strategico di Ateneo dal Centro Studi Interdisciplinari di Genere e dal Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento e organizzati in collaborazione con il gruppo di Trento della Società Italiana delle Letterate.

Trento, 16 maggio alle ore 17 in aula 227 del Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento

Informazioni: www.lettere.unitn.it

Locandina dell’evento:

LOCANDINA_ incontro_Borghi Guaraldo 16 maggio

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento