VERDE e NATURA per bambine e bambini

Sia gli adolescenti, che le bambine e i bambini, ricorderanno per lungo tempo il periodo del coronavirus. Ognuno di loro elaborerà questi giorni a modo suo, in funzione delle esperienze vissute. Al momento, una delle maggiori preoccupazioni riguarda gli effetti sull’infanzia dell’interruzione dell’attività scolastica e di tutte le scuole chiuse. Un argomento che, organizzazioni come l’UNESCO, stanno già affrontando attraverso l’elaborazione di rapporti e stime.

Se per una parte della classe studentesca questo periodo può essere “scambiato” per una lunga vacanza, con tutte le scuole di ogni ordine e grado chiuse, tuttavia vi è un aspetto che moltissimi rimpiangono: la socializzazione, la routine delle lezioni, il confronto con le compagne e i compagni di scuola, quella quotidianità, a volte difficile, a volte eccitante, che contribuisce allo sviluppo sociale ed emotivo del bambino.

La chiusura forzata e prolungata delle scuole ha costretto i più piccoli ad affrontare un difficile periodo di desocializzazione che ha destabilizzato le loro routine quotidiane, incidendo soprattutto nella fascia 0-10. Tra i consigli rivolti ai genitori per i loro bambini e bambine anche quello di salvaguardare l’esigenza di un sano contatto con la natura e movimento all’aria aperta, garanzie di una corretta salute fisica e mentale.

Nessun commento ancora

Lascia un commento