Parità di genere nell’Unione Europea

L’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere - European Institute for Gender Equality — EIGE, è stato fondato nel 2010 per rafforzare e promuovere la parità di genere in tutta l’Unione europea.

Con 10 anni di esperienza nella raccolta di dati, nella conduzione di ricerche e nello sviluppo di risorse, l’EIGE è diventato il centro di conoscenza dell’Unione europea per la parità di genere.

L’EIGE si adopera per rendere la parità tra donne e uomini una realtà entro e oltre i confini dell’Unione europea, in modo che ogni persona possa avere le stesse opportunità nella vita, indipendentemente dal genere.

La ricerca dell’EIGE apre la strada a una maggiore comprensione e consapevolezza dell’uguaglianza di genere in tutti gli ambiti della vita.

Individua i divari tra donne e uomini e raccoglie e analizza i dati sulle disuguaglianze di genere. Fornendo informazioni pratiche e basate su dati concreti, l’EIGE dà sostegno a coloro che prendono decisioni politiche affinché sia possibile avvicinare l’Europa al traguardo dell’uguaglianza di genere e migliorare la vita sia delle donne che degli uomini.

Ogni anno si compiono piccoli e costanti passi in avanti, ma la pandemia di coronavirus rappresenta un ostacolo all’evoluzione dell’uguaglianza di genere. Ora più che mai, coloro che prendono decisioni politiche dovranno utilizzare i dati, le prove concrete e le risorse dell’EIGE per delineare e attuare soluzioni inclusive in grado di promuovere la parità di genere nella nostra società, sia durante che dopo la pandemia.

Indice sull’uguaglianza di genere

L’indice sull’uguaglianza di genere costituisce un importante strumento politico per misurare l’evoluzione della parità di genere registrata nell’Unione europea nel corso del tempo. Ogni anno l’indice assegna all’Unione europea e agli Stati membri un punteggio da 1 a 100. Il punteggio di 100 significa che un paese ha raggiunto la piena parità tra donne e uomini.

I punteggi misurano le differenze tra donne e uomini e i traguardi raggiunti in sei domini chiave:

LAVORO, DENARO, CONOSCENZA, TEMPO, POTERE e SALUTE

nonché nei loro sottodomini. L’indice comprende due ulteriori domini: la violenza contro le donne e le disuguaglianze intersezionali. L’analisi delle disuguaglianze intersezionali esamina in che modo fattori quali disabilità, età, livello di istruzione, paese di nascita e tipologia di famiglia intersecano la dimensione di genere per creare percorsi diversi nella vita di uomini e donne.

L’indice offre visibilità ai settori che necessitano di miglioramenti, fornendo a coloro che hanno responsabilità politiche un’analisi dettagliata a livello dell’Unione europea e nazionale.

Fonte:  https://eige.europa.eu/it/in-brief

Nessun commento ancora

Lascia un commento