LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE

La violenza contro le donne è una grave violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione contro le donne. Può assumere molte forme, come violenza fisica, abuso sessuale, stalking, mutilazioni genitali femminili o matrimoni forzati. Il suo impatto varia da conseguenze fisiche, sessuali e mentali multiple immediate e a lungo termine per donne e ragazze, inclusa la morte.

Inoltre,  influisce negativamente sul benessere generale delle donne e impedisce alle donne di partecipare pienamente alla società. La violenza non ha solo conseguenze negative per le donne, ma anche per le loro famiglie, per la comunità e per il paese in generale. Ha costi enormi, dalle maggiori spese sanitarie e legali fino a perdite di produttività, che incidono sui bilanci nazionali e sullo sviluppo generale.

 Nonostante alcuni sviluppi positivi nella legislazione, nelle politiche e nelle pratiche, la violenza contro le donne, compresa la violenza domestica, si verifica ovunque.

Decenni di mobilitazione da parte della società civile e dei movimenti delle donne hanno inserito la fine della violenza di genere in cima alle agende nazionali e internazionali. Un numero senza precedenti di paesi ha leggi contro la violenza domestica, l'aggressione sessuale e altre forme di violenza. Restano tuttavia delle sfide nell'attuazione di queste leggi, limitando l'accesso di donne e ragazze alla sicurezza e alla giustizia. Non si fa abbastanza per prevenire la violenza e, quando si verifica, spesso rimane impunita.

Fonte: https://www.unwomen.org/en/what-we-do/ending-violence-against-women  

Nessun commento ancora

Lascia un commento