LE MADRI COSTITUENTI

Nel 1946, per la prima volta nella storia dell’Italia, le DONNE:

  • votarono
  • furono elette
  • parteciparono alle elezioni amministrative
  • al referendum istituzionale per scegliere tra Monarchia e Repubblica
  • presero parte all’Assemblea Costituente che aveva il compito di redarre la Costituzione della nuova Repubblica

Nell’Assemblea Costituente, tra le 556 persone elette, ci furono

21 DONNE

 che parteciparono ai lavori e alle discussioni per la scrittura dei principi fondamentali della nostra democrazia.

Tra queste, anche TERESA MATTEI che, con i suoi 25 anni, è la più giovane dei e delle parlamentari elette. Partecipa attivamente ai lavori dell’ Assemblea e interviene , personalmente o con altre costituenti, su diversi argomenti. Mattei è la madre dell’articolo 3 della Costituzione.

TERESA MATTEI ha un carattere anticonformista, tanto che lei stessa si definisce “scandalosa, perché amo la verità”.

Al suo arrivo all’Assemblea Costituente è incinta e non sposata.

La sua autonomia di giudizio e il suo dissenso nei confronti della politica filosovietica di Togliatti sono la causa, nel 1955, dell’interruzione del suo percorso istituzionale.  Prosegue, però, il suo impegno civile in favore dei diritti delle donne e dei bambini.

SPETTA A TUTTI NOI DI PARTECIPARE ATTIVAMENTE ALLA GESTIONE DELLA COSA PUBBLICA PER RENDERE EFFETTIVA E PIENA QUESTA SOVRANITA’ POPOLARE. MA, PERCHE’ QUESTO ACCADA VERAMENTE, OCCORRE CHE ACCANTO AI CITTADINI 

SORGANO 

SI FORMINO 

LAVORINO

 

LE CITTADINE”

 

Teresa Mattei: Genova, 1921- Usigliano (Pisa), 2013

Nessun commento ancora

Lascia un commento