SATURNO DIRETTO

Mercoledì 18 settembre - e dopo aver rispettato i 5 canonici mesi di retrogradazione - Saturno diviene finalmente diretto dai quasi 14 gradi del Capricorno, ricominciando a dare il meglio e il massimo dal suo domicilio.

E, dopo una pausa, si ricomincia da Saturno diretto a scrivere su questo blog.

Parlando di pianeti, si tratterà, come sempre, di un vero e proprio sollievo astrologico per tutti i segni astrologici.

E ne avevamo bisogno: perché le energie e le forze saturniane, così pesanti e impegnative, ora promettono di esprimersi in modo molto più chiaro, più funzionale e sopportabile. Insomma, sarà più semplice rapportarsi e convivere con questo difficile maestro di vita che impone rigore, impegno, funzionalità. E che stavolta è davvero forte, giusto, equilibrato e utile.

Quando Saturno è in moto retrogrado, la sua energia viene percepita come un ostacolo pesante che frena, come se in mezzo al nostro cammino avessimo incontrato un enorme masso.

Bhe’.. cosa facciamo se incontriamo un grande masso che blocca completamente la strada?

Possiamo ostinarci ed arrabbiarci cercando di toglierlo invano con tutte le nostre forze, aspettando impazienti che qualcuno lo togli, oppure potremmo fermarci un attimo e guardarci intorno per considerare a che punto del nostro viaggio siamo arrivati, cosa ci serve per proseguire e cosa invece possiamo lasciare andare.

Saturno infatti taglia tutti i rami secchi lasciandoci con l’essenziale, pertanto più leggeri. Ma lo fa anche quando è in moto diretto, in moto retrogrado le considerazioni erano da fare interiormente.
Dunque con quel bel masso davanti che rallentava il cammino, avremmo potuto osservare cose che se avessimo proseguito, non avrebbero mai attirato la nostra attenzione.

Ed ecco dunque che nuovamente, il tanto temuto, mal giudicato e poco compreso Saturno, considerato tanto fastidioso, ci ha dato l’ennesima grande opportunità.

Se l’abbiamo colta o meno non ha dipeso certo da lui.

Nessun commento ancora

Lascia un commento