TOPONOMASTICA FEMMINILE

La Commissione Provinciale Pari Opportunità di Trento, in data 7 aprile 2016, ha inviato una lettera a tutte le amministrazioni e ai Comuni del Trentino per chiedere che vengano intitolate vie, piazze, giardini e altri spazi urbani alle Madri Costituenti e alle vittime di femminicidio.

Sarebbe inoltre bello e significativo ricordare il prossimo 2 giugno-Festa della Repubblica- che

la Costituzione è stata scritta anche dalle donne

 Tra i 558 eletti dell’Assemblea Costituente durante le elezioni libere del 1946 c’erano 21 deputate in rappresentanza di quattro gruppi parlamentari. Intitolare le vie, le piazze e i giardini alle figure femminili è necessario perché i nomi delle strade, delle piazze e degli altri luoghi delle nostre città e paesi contribuiscono a creare la nostra cultura e identità collettive.
Agire sul vissuto quotidiano di questi spazi urbani è un modo semplice e diretto per condividere una storiografia che ricostruisce e restituisce l'apporto delle donne alla crescita culturale e civile della nostra società.

Più toponomastica femminile aiuta a trasformare queste conoscenze storiche in patrimonio di popolo, a crearne consapevolezza, e orgoglio, diffusi tra la gente!

Per saperne di più:

http://www.consiglio.provincia.tn.it/news/giornale-online/articoli/Pages/201606121112.aspx?zid=86e8fde9-0c91-4ec7-9723-88886407c42b

Nessun commento ancora

Lascia un commento