Giornata Internazionale delle ragazze e delle donne nella scienza 2022

L’11 febbraio è la Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza ed è una ricorrenza voluta dall’Onu per incentivare un accesso paritario delle donne alla scienza, promuovere l’uguaglianza di genere in questo campo e raggiungere una piena parità di opportunità nella carriera scientifica. Una giornata per ricordare quanto, ancora oggi, stereotipi e pregiudizi rendano le carriere femminili un percorso a ostacoli.

Il problema è la forte differenza tra ragazzi e ragazze nella scelta dei percorsi STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica), sia nella formazione liceale che negli studi universitari, che si riversa nel mondo del lavoro altamente qualificato e di conseguenza nel tanto discusso “gender pay gap”. Queste disparità di genere sono dovute ad un problema culturale che limita la crescita professionale delle giovani donne all’interno del mondo STEM, un settore che rappresenta il futuro a livello lavorativo.

Infatti, si stima che entro il 2024 le aziende avrebbero bisogno all’incirca di 1,5 milioni di occupati in possesso di competenze digitali collegate alle discipline tecnico-scientifiche. Quasi 1 azienda su 4 non trova tali profili professionali, e in più le donne scarseggiano in questi ambiti, rischiando di rimanere così ai margini del mondo del lavoro.

In  occasione della Giornata internazionale delle donne e ragazze nella scienza l’11 febbraio 2022, l’Ambasciata di Francia e l’Institut Français Italia organizzano a Palazzo Farnese un evento che vedrà protagoniste due donne scienziate dai percorsi eccezionali : Claudie Haigneré, ex-astronauta francese, oggi Advisor del Direttore generale dell’Agenzia spaziale europea (ESA), e Chiara Montanari, laureata in ingegneria presso il Politecnico di Milano che è stata la prima italiana a capo di una spedizione in Antartide.

Fonti:

https://www.ingenere.it/articoli/la-matematica-delle-bambine

https://lcannizzaro.edu.it/2022/02/04/circ-n-220-giornata-internazionale-delle-donne-e-ragazze-nella-scienza-11-febbraio-2022-ambasciata-di-francia/

https://www.ingenere.it/news/la-sfida-la-ripresa-si-chiama-stem

Fonte immagine: progetto MATHGAP, Università di Torino

Note

[1] La figura riporta l’effetto dell’intervento sulle competenze di matematica, al variare delle competenze rilevate prima dell’intervento, separatamente per bambine e bambini, e i relativi intervalli di confidenza al 95 per cento. L’effetto per le bambine aumenta al crescere delle competenze iniziali ed è statisticamente significativo per le bambine con un livello medio-alto. Per i bambini, invece, l’effetto non è statisticamente diverso da zero, indipendentemente dal livello di partenza.

I commenti sono chiusi